Menu >

    Saperi Srl

    Il personale non ha più segreti

     
    • Elaborazione automatizzata dei cedolini-paga (passati dai 7.500/mese del 2004 agli attuali 10.500).
    • Miglior condivisione nativa delle informazioni sui clienti/associati, ora aggiornate automaticamente su tutti gli applicativi in uso.
    • Implementazione di Crm (Customer Relationship Management) e gestione documentale.


    Saperi srl scambia online, con i propri clienti, i dati relativi alle timbrature, offrendo loro la possibilità di ricavare facilmente diversi report sulla gestione di dipendenti e collaboratori.

    Saperi SrlUna realtà di medie dimensioni, ma decisamente dinamica, che offre ad associati e clienti servizi di gestione paghe e contributi, hosting di siti Web e Internet provisioning, servizi ambientali e di sicurezza.
    Questa è Unione Industriale Pratese: una sessantina di persone occupate a servire al meglio il tessuto di piccole e medie imprese di uno dei distretti più noti dello Stivale.
    Il suo ambiente It vede la presenza di una sessantina di postazioni desktop, tutte in ambiente Windows. Lo stesso ambiente è stato privilegiato anche lato server, con una ventina di macchine equamente distribuite tra fisiche e virtuali.
    A capo dell'It c'è Davide Mazzoni, che coordina un team di 4 persone. «Sviluppiamo molte cose internamente – esordisce – e lavoriamo tanto sulle personalizzazioni dei software che acquistiamo, cosa questa che ci permette di erogare dei servizi realmente su misura per i nostri clienti».
    Il servizio di elaborazione paghe è uno dei fiori all'occhiello di Uip, gestito sin dagli anni 70 attraverso un applicativo sviluppato internamente. «Una scelta che, in seguito, si è rivelata antieconomica – prosegue –. Ecco perché, alla fine del 2002, abbiamo iniziato a guardarci intorno per capire come rimediare».

    Servizio di elaborazione paghe

    All'epoca, la scelta ricadde su Esa Omnia, in quanto «software molto giovane – sostiene Mazzoni – e questo, anziché scoraggiarci, ci piacque molto per il fatto che, essendo noi un cliente piuttosto grosso per quell'applicativo, potevamo riuscire a pilotarne in qualche modo lo sviluppo. E così è stato. Ci siamo sentiti molto spesso con i programmatori di Esa e li abbiamo indirizzati su una sorta di pseudo-customizzazione dell'applicazione standard che, poi, è divenuta parte stessa del software in commercio».
    Particolarmente apprezzata era anche la tecnologia su cui era basato il software (Sql Server di Microsoft) «che per noi era familiare e di cui ci piaceva, in particolare, il fatto di poter accedere liberamente ai dati del programma, cosa non comune all'epoca. A metà del 2003 abbiamo siglato il contratto e lo start-up del progetto è datato gennaio 2004».

    Il cliente sotto la lente

    L'iniziativa ha portato alla completa revisione del servizio paghe, con investimenti anche sul fronte hardware fino ad allora un po' trascurato.
    Oggi, Omnia è utilizzato da una ventina di operatori e il loro lavoro si è molto snellito rispetto al passato, nonostante i volumi in costante crescita di dati processati.
    «Basta pensare – precisa Mazzoni – che nel 2004 lavoravamo circa 7.500 cedolini-paga al mese, mentre oggi siamo a oltre 10.500. Questi risultati sono da ascriversi soprattutto alle scelte tecnologiche fatte, di cui siamo più che mai convinti».
    Oggi, l'Unione è in grado di scambiare online con i propri clienti, i dati relativi alle timbrature, offrendo loro la possibilità di ricavare facilmente dei report sulla gestione del personale.
    Sempre in rete, su una Intranet, è caricato tutto l'archivio storico dei dati generati. Una volta concluso questo progetto, il personale It di Unione Industriale Pratese è intervenuto sul gestionale.
    La scelta è stata di dotarsi di un Erp, affiancandovi un software di gestione dei flussi documentali e un Crm (Customer Relationship Management).

    La software selection

    La nuova software selection è datata gennaio 2006. «Cercavamo una soluzione flessibile, che ci permettesse di intervenire direttamente sui dati per rielaborarli con facilità e abbiamo interpellato diversi vendor arrivando alla conclusione che Esa e/3 (ora e/impresa - ndr) fosse la miglior soluzione. Implementato nel gennaio del 2007 l'Erp, all'inizio del 2009 abbiamo proceduto a integrare il content management e siamo partiti nel 2010 con il Crm. Per quest'ultimo progetto, tuttora in corso, lo sforzo più rilevante è stato quello di uniformare la base dati. Il risultato principale è che, oggi, abbiamo una condivisione completa delle anagrafiche. In pratica, esiste una fonte unica dalla quale tutti i software attingono i dati relativi ai clienti e le informazioni sono sempre perfettamente aggiornate. Questo ci permette di avere, in una schermata, la visione completa del cliente, delle attività svolte e del fatturato generato. Una profilazione semplice ma, per noi, molto efficace».
     

    L'It di Unione Industriale Pratese in pillole

    • Virtualizzazione lato server (10 macchine fisiche e altrettante virtuali)
    • 60 postazioni desktop
    • Hosting siti Web e servizi di elaborazione paghe e contributi per gli associati/clienti

    In difesa degli interessi di categoria

    L'Unione Industriale Pratese opera dal 1912 a servizio dell'industria locale della provincia toscana, promuovendo e tutelando gli interessi d'insieme e quelli delle singole aziende. Oggi, svolge soprattutto attività di rappresentanza, raccogliendo l'adesione di circa 700 imprese, che costituiscono l'80% dell'industria pratese, e fa parte, tra l'altro, di Confindustria e Federmeccanica. L'Unione impiega una sessantina di persone, suddivise equamente tra l'associazione e l'Unione Industriale Servizi S.r.l., società di servizi totalmente controllata dall'associazione.