Menu >

    S.I.ME. Srl


    Gestire i documenti? Addio carta, benvenuta Intranet!


    Costi per commessa senza più segreti per S.I.ME., grazie al nuovo Erp e al sistema integrato di gestione del flusso documentale. Ridotto anche il magazzino dei prodotti grezzi.

    Guglielmo Pisapia - Amministratore Delegato di S.I.ME La spinta a una revisione dell'impianto gestionale è arrivata, in S.I.ME., nel 2006, con l'avvento al vertice della terza generazione dei Pisapia. L'attuale Amministratore Delegato, Guglielmo, è il nipote del fondatore della società di produzione in conto terzi di componenti meccaniche, con sede storica a Borgomanero (NO).«Io – spiega il manager – prima di prendere le redini dell'azienda di famiglia ho maturato diverse esperienze in altri ambiti industriali. Proprio sulla scorta di queste sperimentazioni, ho potuto apprezzare i benefici dell'introduzione di un gestionale integrato e strutturato nell'ottimizzare i flussi informativi, specie per realtà come la nostra che operano su commessa». A fronte di questa necessità, nel 2008 è stata condotta una ricerca di mercato, che ha ridotto a 3 i software valutati più in dettaglio. «La soluzione Esa– commenta –si è dimostrata indubbiamente la migliore sotto il profilo dell'integrazione della produzione, specie per ciò che attiene alla documentazione tecnica delle commesse. Ha dimostrato di avere il miglior schedulatore della capacità finita integrato e ci assicurava la miglior flessibilità dell'output, ovvero dei fogli di lavoro che risultavano dall'elaborazione dei dati ricavati dalla produzione». S.I.ME. ha acquisito 6 licenze del programma di amministrazione e pianificazione delle risorse (e/impresa) e 3 licenze di quella di gestione della produzione (e/sigip). Presa la decisione di implementare il nuovo gestionale nel settembre del 2008, il progetto è "entrato nel vivo" il mese successivo e il sistema era in linea già il 1 gennaio 2009 «rispettando perfettamente tempi e costi ipotizzati da contratto », sottolinea Pisapia. All'iniziativa hanno lavorato a tempo pieno due risorse interne e due (una per ciascun modulo implementato) di Esa.

    Integrazione della gestione documentale

    Nel giugno del 2009, poi, è stata integrata anche la gestione documentale di Esa, Dms24. «I benefici sono stati immediati – puntualizza l'AD – specie nel funzionamento dei processi aziendali. Questi strumenti, tra loro perfettamente integrati, chi hanno dato l'opportunità di avere sotto controllo la spesa prevista e stanziata, così come il cash flow, assicurandoci un controllo più sistematico dei costi per commessa».
    In precedenza, la società utilizzava un software specifico per la stima dei costi di commessa, ma si trattava di uno strumento non interrelato con le altre soluzioni di gestione delle risorse aziendali «mentre oggi che tutto il sistema è perfettamente sincronizzato – assicura il manager – abbiamo il vantaggio di poter fare qualsiasi interrogazione con la garanzia di ottenere, in ogni momento, un prospetto di dati significativi in tempo quasi reale».

    Accessi differenziati

    S.I.ME. SrlDal punto di vista più strettamente economico, l'adozione del nuovo Erp ha condotto a una «riduzione drastica del magazzino dei prodotti grezzi e, di conseguenza, del flusso di cassa», garantisce Pisapia. Infine, l'inclusione della gestione del flusso documentale ha permesso all'azienda di sperimentare i benefici dell'archiviazione sostitutiva. «Dms24 ha, al suo interno, la possibilità di creare una Intranet aziendale – chiarisce –.Tutti i dati significativi sono, quindi, consultabili e aggiornabili elettronicamente, tramite un sistema di privilegi di accesso differenziati alla rete interna, senza che sia necessario stampare fogli e fogli di carta e archiviare nei faldoni».E il futuro cosa riserva? «In prospettiva – conclude Pisapia – ci sarà un utilizzo sempre più ampio di Dms24 nell'ambito della produzione, per riuscire a ribaltare sui singoli centri di costo le ore di lavoro e gli scarti della lavorazione industriale, facendo sparire la carta, definitivamente.».
     

    Tradizione e modernità

    S.I.ME. è una società privata fondata nel 1950 dalla famiglia Pisapia, che realizza componenti per armi da fuoco, munizioni e motocicli nella sede di Borgomanero (NO). Una realtà annoverata fin dagli esordi tra i fornitori certificati del Ministero della Difesa italiano. Negli anni 70, S.I.ME. allarga le proprie attività alla produzione di componenti per macchine tipografiche, mentre gli anni 80 segnano l'ingresso dell'azienda nei comparti energetico e aeronautico. Oggi, S.I.ME. muove un volume d'affari compreso tra i 2,5 e i 5 milioni di euro, realizzato come fornitore in conto terzi di soluzioni di meccanica di precisione, forte di un organico di 25 persone.