Menu >

    Celli Spa


    Più facile la gestione di dipendenti e collaboratori

     
    • Facile creazione e tenuta del Libro Unico del Lavoro
    • Immediata estrazione del file dati che, mensilmente, viene inviato alla società che gestisce paghe e contributi
    • Riduzione della carta e snellimento delle procedure di autorizzazione dei permessi

    La romagnola Celli, grazie al nuovo sistema di gestione delle timbrature e al portale di ottimizzazione per ferie e permessi, ha adottato con facilità il Libro Unico del Lavoro.

    Celli SpaLo spunto alla revisione completa dei sistemi informativi di Celli, società romagnola che produce e distribuisce nei 5 cinque continenti prodotti per la spillatura e la refrigerazione delle bevande, è venuto dal trasloco nel nuovo quartier generale: 10.000 mq tra produzione e uffici, situato ai piedi delle colline che circondano Rimini.
    È proprio in quest'occasione, nel 2008, che l'azienda decide di "rimettere mano" all'impianto informatico, con il ricorso massiccio alla virtualizzazione dei server (8 in totale quelli fisici) su due nodi e la realizzazione di una Storage Area Network (San).

    «Oggi – esordisce Gianluca Di Angelo, Responsabile Servizi Informativi e Controllo di Gestione – le applicazioni più rilevanti per noi sono l'Erp, in ambiente Linux, e la soluzione per la gestione del personale, che gira su Windows Server 2003.

    Quest'ultima piattaforma è stata scelta anche per appoggiarvi il programma di automazione del magazzino e il domain controller. Linux, invece, ospita, oltre al gestionale, anche il Web server, il server di posta elettronica e quello di gestione documentale
    ».
    Un'infrastruttura utile a servire un'ottantina di postazioni di lavoro, 1/3 delle quali in ambiente Linux, la rimanenza sotto Windows.

    Meno carta

    Proprio in concomitanza del trasloco è nata l'esigenza di sostituire i marcatempo in uso, ormai obsoleti, con varchi di controllo degli accessi di nuova generazione. «Questo ci ha fornito lo spunto per l'introduzione di un nuovo programma di gestione del personale – spiega –. Alcuni mesi prima del trasloco abbiamo iniziato a selezionare i possibili fornitori. Scartata da subito l'ipotesi di riconfermare il vendor che ci aveva fornito il prodotto utilizzato precedentemente, perché ritenuto inadeguato, abbiamo optato per Esa E/Timecard come sistema di gestione delle timbrature e per Omnia, sempre di Esa, come portale intranet per la gestione dei permessi. Abbiamo apprezzato, in particolare, la loro intuitività e facilità d'uso».

    Alla software selection, all'inizio del 2008, è seguito l'avvio del progetto, nel luglio dello stesso anno. «La configurazione di E/Timecard – puntualizza Di Angelo – si è conclusa nel giro di 4 giorni, mentre altri 3 giorni sono stati necessari per configurare i terminalini implementati per la gestione dell'apertura delle porte, una sorta di controllo leggero degli accessi. Pochi i giorni spesi anche per l'introduzione della Intranet di Omnia».

    Benefici del progetto

    Celli SpaDue i client in uso su E/Timecard, mentre sono all'incirca 35 gli utenti del portale Web di Omnia.

    I benefici del progetto sono risultati evidenti da subito: «La facilità nel reperire i dati in pochi istanti non ha prezzo – ammette Di Angelo – e, con il vecchio sistema in uso, questo era praticamente impossibile. Siamo riusciti a implementare in modo veloce anche il Libro Unico del Lavoro, previsto dalle norme vigenti, sul quale devono essere iscritti tutti i dipendenti subordinati e i collaboratori coordinati e continuativi.
    Questo ci ha consentito di creare automaticamente, ogni mese, il file di trasferimento dei dati alla società che ci gestisce paghe e contributi, con un notevole risparmio di tempo da parte degli operatori
    ».

    Ferie e permessi

    Procedure più snelle anche per la gestione di ferie e permessi, che ora sono inseriti e autorizzati via Web «e l'ufficio del personale - scherza il manager - ci ringrazia ogni giorno per questo.  Per ora, in verità, non utilizziamo i dati ricavati dal sistema per l'elaborazione di statistiche in modo strutturato, ma facilmente in futuro potremo farlo».
    Un bilancio positivo, quindi, per un progetto destinato a evolvere ulteriormente.

    «La piattaforma – conclude Di Angelo – è già predisposta per la gestione di percorsi di carriera, benefit e note spese e, anche se questi nuovi step non sono previsti nel breve termine, ci stiamo seriamente pensando su.».

     

    L'It di Celli in 3 punti

    • Virtualizzazione server
    • Storage Area Network (San)
    • Windows e Open source sia lato server che desktop

    Made-in Italy in ogni boccale

    La spillatura delle bevande è un'arte, almeno secondo i vertici della romagnola Celli. La società di San Giovanni in Marignano (RN), infatti, sin dal 1974 produce e distribuisce in ben 86 paesi nel mondo impianti e accessori per la spillatura delle bevande e la loro refrigerazione. Ammonta a circa 22 milioni di euro il fatturato realizzato lo scorso anno, ottenuto grazie al contributo di oltre un centinaio di dipendenti.